Efflorescenze

Il fenomeno
delle
efflorescenze

In determinate condizioni ambientali i materiali possono presentare il fenomeno delle efflorescenze, ossia la presenza di depositi superficiali biancastri e di aspetto cristallino di carbonato di calcio.

Trattasi di un fenomeno naturale, non prevenibile, eliminabile naturalmente con la pioggia o con l’utilizzo della pavimentazione medesima.
Le efflorescenze sono depositi di carbonato di calcio molto sottili che hanno una durata limitata nel tempo e che, a pavimentazione bagnata, sembrano scomparire. Questo fenomeno si concretizza principalmente in determinate condizioni di umidità e di temperatura, specialmente nel periodo invernale quando i tempi di maturazione del calcestruzzo sono più lenti.

L’uso della pavimentazione e determinate condizioni meteorologiche, come vento e pioggia, degradano e rimuovono questi depositi biancastri, eliminando le efflorescenze naturalmente. Come risultato dell’esposizione agli agenti atmosferici e nelle condizioni di utilizzo della pavimentazione, i depositi si sciolgono scomparendo in modo naturale. In virtù di queste azioni non è necessario rimuovere i prodotti che presentano questo fenomeno.

L’eliminazione dell’efflorescenza può avvenire anche con l’utilizzo di prodotti chimici specifici. Micheletto, quale produttore dei manufatti, non è responsabile dell'uso scorretto di questi ultimi. Inoltre, i prodotti chimici se non impiegati correttamente possono condizionare l’aspetto finale del materiale trattato e della sua relativa colorazione. Le stesse efflorescenze, ai sensi della normativa europea EN 1338 - EN1339 - EN1340, non costituiscono difetto del prodotto e, quindi, non rappresentano motivo per rifiutare la fornitura o per rifiutare il pagamento.